Reati Informatici

Lo studio offre consulenza preventiva ed assistenza nei procedimenti penali relativi ai reati informatici.
Come noto in Italia da più di 20 anni (legge n. 547/1993) il legislatore ha introdotto nell’impianto del codice penale diverse norme incriminatrici finalizzate alla repressione della criminalità informatica ed alla tutela della riservatezza dei dati sempre più esposti all’aggressione esterna ed alla manipolazione. Le figure di reato, spesso trattate dallo studio, hanno natura eterogenea e possono essere così distinte in base al bene giuridico protetto:
a) i delitti di natura informatica a danno del patrimonio, come la Frode informatica (art.640-ter c.p.) e il Danneggiamento di informazioni, dati e programmi informatici (art. 635-bis c.p.)
b) i delitti di falso o finalizzati all’indebita captazione di informazioni riservate (artt. 617-quater; 617-quinquies; 617-sexies c.p.);
c) i delitti contro l’inviolabilità del domicilio “virtuale”, considerata l’equiparazione tra il sistema informatico privato e il domicilio “reale”, tra i quali il più rilevante è l’Accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico (art. 615-ter c.p.).
Tuttavia, nella attività difensiva svolta nella quotidiana pratica giudiziaria, con sempre maggiore frequenza, alle fattispecie sopra richiamate rispetto alle quali il sistema informatico assume il ruolo di mezzo del reato o di obiettivo della condotta criminale, si affiancano i reati “tradizionali” dove la condotta illecita viene realizzata attraverso l’utilizzo di un sistema informatico o telematico, come nel caso di diffamazione consumata mediante l’utilizzo di social network o altri sistemi di comunicazione informatizzati che mettono in contatto più persone.
L’intera materia connessa strettamente alla continua evoluzione tecnologica ed alla esponenziale diffusione degli strumenti che consentono nuove forme di comunicazione, richiede al legale un continuo aggiornamento sull’evoluzione della più recente giurisprudenza, spesso di solo merito, per poter approntare un’adeguata linea difensiva da predisporre in sinergia con altre figure professionali.