Diritto Penale del Lavoro

avvocato roma eur

Lo Studio offre assistenza alle imprese per la responsabilità penale derivante dalle violazione delle norme di cui al d.lgs. n.81/2008 e successive modificazioni e di quelle previgenti di settore poste a presidio della sicurezza e salute sul lavoro che in sede penale vengono contestate unitamente ai reati di evento (artt. 589 e 590 c.p.).

Considerato che nella prassi giudiziaria le imputazioni per i reati di lesioni colpose (art. 590, III co., c.p.) ed omicidio colposo (art. 589, II co. c.p.), aggravati dalla violazione delle norme dettate per la prevenzione degli infortuni sul lavoro, vengono formulate contestando la condotta illecita in forma omissiva (l’obbligo giuridico di impedire l’evento equivale a cagionarlo – art. 40 cpv. c.p.), per scongiurare il rischio che il processo penale si concluda con un’affermazione di penale responsabilità sostanzialmente appiattita sullo schema della responsabilità oggettiva, è necessario valorizzare l’orientamento della più recente giurisprudenza di legittimità, maggiormente incline rispetto al passato alla selettiva individuazione delle effettive responsabilità da ascrivere ai soggetti “garanti” (datore di lavoro, dirigente, preposto, responsabile del servizio di prevenzione e protezione) all’interno delle organizzazioni imprenditoriali.

Per fare ciò un’adeguata linea difensiva dovrà tendere, per quanto possibile, a dimostrare l’assenza di responsabilità in capo alla specifica figura all’interno dell’organigramma aziendale in riferimento all’area del rischio governata dal soggetto, oltre ad affrontare i tradizionali temi della condotta e del nesso di causalità con l’evento di danno (lesioni personali o morte del soggetto passivo).